Da maggio 2014 a gennaio 2015 ha organizzato e gestito gli eventi del Forum Universale delle Culture relativi alla città di Napoli, esito di un lavoro iniziato anni prima.

 Infatti, a far data dalla firma del Contratto con la Fundació Fórum di Barcellona ha strutturato un percorso ricco di eventi preparatori finalizzai all’accrescimento della conoscenza complessiva dell’evento e della consapevolezza da parte del tessuto sociale cittadino dei temi trattati dal Forum.

Nel  2011 organizza e gestisce il  Workshop “Le città nel futuro”, in occasione della Giornata Mondiale dell’Habitat, fissata dalle Nazioni Unite al primo lunedì di ottobre di ogni anno, quale  momento di confronto fra sindaci delle più grandi città del mondo in vista della sesta edizione del World Urban Forum che si terrà a Napoli nel 2012.

 Nel 2010 ha organizzato e promosso una serie di attività afferenti a diversi ambiti artistici ed educativi: musica, teatro, danza, cinema, mostre d’arte contemporanea, video art, letteratura, dialoghi e dibattiti, convegni.

Dal 22 ottobre al 5 dicembre 2010 partecipa alla terza edizione del Forum Universale delle Culture a Valparaiso. In quell’occasione alla Città di Napoli viene assegnato il testimone per l’edizione italiana.

Per conto del Comune di Napoli, in qualità di soggetto attuatore, ha gestito e organizzato le attività del progetto “Viaggio di ritorno: poesia, letteratura, musica, arte contemporanea nel centro storico”, relativo all’avviso pubblico “La cultura come risorsa” – obiettivo operativo 1.10 – POR-FESR 2007-2013.

 Ha organizzato, inoltre, anche una serie di Dialoghi/Dibattiti con grandi studiosi e letterati dello scenario nazionale e internazionale quali: Eduardo Galeano, Antonio Skármeta, Sudhir Kakar, Esther Mahlangu, Massimo Cacciari.

 Ospitato nella struttura dell’Ex Asilo Filangieri la mostra, inaugurata al Quirinale il 12 maggio 2008 “L’eredità di Luigi Einaudi: la nascita dell’Italia repubblicana e la costruzione dell’Europa”  – A cura di Roberto Einaudi

  Nel 2009 ha organizzato i World cities management workshop “La città inclusiva” e “L’identità del futuro: il ruolo delle città tra memoria e sviluppo” a cui hanno preso parte nomi d’eccellenza quali Franco Purini, Hans Stimmann e il Presidente della Commissione Nazionale per l’Italia UNESCO Giovanni Puglisi. Oltre all’adesione delle reti internazionali quali ICCROM (International Centre for Study of the Prevention and restoration of Cultural Property), ICCN (Inter-City Intangible Cultural Cooperation Network) COPPEM (Comitato Permanente per il Partenariato Euromediterraneo dei Poteri Locali e Regionali)ed EMI(Eathquakes and Megacities Initiative) CIELM (coordinamento internazionale degli enti Locali del Mediterraneo)