Promosso dall’UNESCO il Forum Universale delle Culture è una manifestazione che ha luogo periodicamente in città e territori diversi con un format ideato e volto a stimolare l’attenzione sui temi del dialogo tra popoli, culture, lingue e religioni diverse nonché dello sviluppo umano e delle società contemporanee urbane sostenibile e competitivo.

Nato a Barcellona nel 2004, dove si è svolta la prima edizione, il forum ha poi avuto luogo a Monterrey  (Messico) nel 2007 e a Valparaiso (Cile) nel 2010 ed in quella occasione che, nel corso della cerimonia di chiusura, a Napoli fu assegnato il testimone.

Il Forum Universale di Napoli e Campania si è caratterizzato per la scelta di organizzare una manifestazione diffusa sul territorio regionale: sono stati, infatti coinvolti anche i comuni sedi dei siti UNESCO di Caserta, Benevento, Pompei, Ercolano, Ascea, Paestum e Ravello.

Napoli è stata protagonista di centinaia di eventi disseminati in tutta la città, dalla Mostra d’Oltremare al Centro Storico alle periferie: musei, teatri, biblioteche, ma anche piazze, strade, chiostri, chiese, castelli e siti archeologici e monumentali.

Gli altri siti UNESCO della regione hanno ospitato a loro volta un programma di manifestazioni curate da autorevoli intellettuali e studiosi di varie discipline, dalla cultura umanistica a quella scientifica, con l’intento di creare occasioni di riflessione sui temi del Forum.

Il Forum Universale delle Culture si articola su 4 temi portanti a cui si aggiunge quello scelto dalla città di Napoli, il mare:

Condizioni per la pace

come conoscenza dei reali conflitti del mondo contemporaneo per una sempre più diffusa coscienza delle acute diseguaglianze tra i Nord e i Sud del mondo.

Conoscenza

intesa come insieme di strumenti in grado di generare consapevolezza dei processi ma anche come universo di saperi specifici, come elemento di crescita culturale e civile dei cittadini e delle comunità, come valore imprescindibile per lo sviluppo delle società contemporanee che devono porre al centro della propria vita il valore del sapere, delle eccellenze scientifiche e culturali.

Diversità Culturale

come risorsa per la crescita sociale nell’era delle grandi migrazioni internazionali, con l’obiettivo di sviluppare una conoscenza reciproca tra popoli e culture diverse per promuovere società realmente interculturali.

Sviluppo Sostenibile

come rispetto dell’ambiente e del pianeta Terra per focalizzare l’attenzione sulla necessità di un uso consapevole delle risorse naturali in un’era in cui si rischiano processi degenerativi negli equilibri eco-climatici del pianeta.

Mare

il tema aggiunto per questa edizione dalla città di Napoli – inteso come il Mediterraneo e le sue declinazioni, dalla scienza alla ricerca, dalla cultura della mobilità al turismo del mare, dal dialogo interculturale a quello interreligioso: un elemento che ha determinato gran parte della conformazione culturale e strutturale del territorio.

le sezioni principali in cui il Forum  si organizza sono 3:

  • Dialoghi: convegni e dibattiti sui temi più urgenti del nostro tempo
  • Esposizioni: arti figurative espressione dei 5 continenti
  • Espressioni culturali: musica, teatro, danza esibizioni artistiche e forme di partecipazione libera, anche virtuale

Progetto speciale:

  • Accampamento della pace

 

 

Le edizioni precedenti